Categoria: Natura e ambiente | Territorio: Tutti | Trovati 68 risultati. Reset

Risultati in Natura e ambiente

Origine del fiume Scoltenna

Il rio Acquicciola si unisce al torrente rio delle Pozze, a valle di Fiumalbo, dando origine allo Scoltenna.

Malalbergo

Il castagneto di Malalbergo con i suoi maestosi alberi secolari è testimone della millenaria cultura di questa pianta. La raccolta di castagne e la trasformazione in farina furono, per molti secoli, fondamentale per l’economia locale, in quanto assicurava l’alimento base delle popolazioni della montagna.

Lago Bracciano

Questo bacino, ora completamente prosciugato, formatosi in seguito a movimenti franosi provenienti dalle pendici del Montello, è un luogo dalle forti suggestioni storiche. Qui, furono rinvenuti da Arsenio Crespellani, alla fine del XIX sec., una ventina di bronzetti, rappresentanti uomini, animali ed una divinità femminile, risalenti al VI-IV sec. A.C. Pare provenissero da una stipe … Continued

Sasso dei Caroli o Cinghio dei Diamanti

Un esempio di formazione ofiolitica di origine vulcanica è il Sasso dei Carli/Caroli o Cinghio dei Diamanti, un promontorio “quasi quadrato di circa 300 braccia e di 40 di altezza”, ricco di cristalli piramidali di quarzo, lamellari trasparenti di calcite, ossido di titanio e minerali di nickel. Tale affioramento che si trova nei presso di … Continued

Museo della Rosa antica

  Il Museo Giardino della Rosa Antica sorge a Montagnana di Serramazzoni (420 m. slm,25 Km. da Modena), su una superficie di 43 ettari, di cui tre dedicati esclusivamente ad oltre 800 varietà di rose. La visita del Museo Giardino della Rosa Antica si snoda all’interno ed all’esterno del Parco Giardino. Differenti sono gli ambienti … Continued

IL PONTE DI PICCHIOTTO

Situato sulla antica via di comunicazione tra Montecreto -. Magrignana e Riolunato, è un raro ponte a Schiena d’asino risalente al XIV secolo e scavalva il Rio Becco nei pressi della confluenza con il fiume Scoltenna. Il ponte presenta un’arcata in pietra con un’insolita foggia ad arco acuto, unico esempio tra i ponti del frignano.

Salsa della Cintora

Si tratta di un cono dell'altezza di circa un metro, da cui escono acqua salata, gas, metano e fanghiglia d'argilla. Vi si giunge dalla frazione di Rocca S. Maria, partendo dalla Via Giardini (Montardone) ed inoltrandosi per una ripida strada per circa un chilometro. Prima del 1975, anno in cui i proprietari lo tolsero con … Continued

I Calanchi

I calanchi sono un fenomeno geomorfologico che si produce per l’azione delle acque dilavanti su rocce argillose degradate, con scarsa copertura vegetale e quindi poco protette al ruscellamento. I solchi che si formano all’interno del terreno si accentuano rapidamente, allungandosi e procedendo a ritroso, moltiplicandosi e ramificandosi. Tale processo si estende ad interi versanti, suddivisi … Continued

Boschi di faeto

Pregevoli e meta di gite turistiche sono i boschi di Faeto, caratterizzati da faggi, castagni e dai cerri maestosi di Casa Manfredini.

Il Sasso delle streghe

Lasciando la strada che conduce a Rocca S. Maria, all'altezza dell'ex scuola elementare, dopo circa 1 km. si giunge al Sasso delle Streghe, un monolito di calcare contenente fossili marini che si innalza per circa una decina di metri all'interno di un bosco di roverelle. Trecento metri più a valle, verso i primi calanchi, tra … Continued

Cascate del Bucamante

Comune di Serramazzoni, località Granarolo.
Come raggiungere le cascate del Bucamante (loc. Granarolo): per arrivare alle cascate è consigliabile percorrere la SS 12 Nuova Estense l' importante arteria stradale che prosegue fino al passo dell' Abetone e che mette in comunicazione l'Alto Appennino Modenese con la Toscana.
Da Modena. Percorrere la SS.12 Nuova Estense in direzione Serramazzoni – Pavullo nel Frignano. Dopo Torre Maina si oltrepassi la Ceramica Serra (che rimane sulla destra) e si prosegue ancora per circa 4-5 Km, con la strada che comincia a salire, fino al bivio per Pazzano (che rimane sulla destra della carreggiata) dove sono visibili le indicazioni per Le Cascate. Imboccata la strada per Pazzano si raggiunge il borgo di Granarolo. Il ritrovo per le visite guidate è presso il parcheggio del vecchio cimitero.
Da Serramazzoni o da Pavullo nel Frignano. Si percorre la SS 12 Nuova Estense in direzione Modena. Superato di soli 100 metri (circa) il bivio per Riccò, svoltare a sinistra verso Pazzano. La strada è stretta e poco visibile ma sull’incrocio sono presenti le indicazioni le cascate. Lungo la strada si raggiunge il borgo di Granarolo. Il ritrovo per le visite guidate è presso il parcheggio del vecchio cimitero.