Riserva Naturale Orientata di Sassoguidano

La Riserva Naturale Orientata di Sassoguidano comprende un’area che, per contenuti di rarità e diversità biologica, riveste una notevole importanza dal punto di vista naturalistico. Le pareti rocciose del Cinghio di Malvarone, il torrente Lerna, lo stagno di Sassomassiccio, la copertura forestale costituita da querceti e da castagneti, siepi, prati e coltivi, nonché la presenza di numerose specie animali e vegetali protette, sono componenti che fanno di quest’area uno dei territori più importanti della nostra regione. Si trova a sud-est del comune di Pavullo ed è ricompresa all’interno di una zona più ampia che si affaccia sulle rive dei fiumi Scoltenna e Panaro e che fa parte della Rete Natura 2000, il Sito di Importanza Comunitaria e Zona di Protezione Speciale di Gaiato – Sassoguidano. La Riserva, con una estensione di circa 280 ettari, ha uno sviluppo nord-est/sudovest di circa 5 Km ed una altitudine che varia dai 460 ai 704 metri s.l.m.

Lungo i sentieri della Riserva di Sassoguidano si incontrano il borgo La Torre, con gli animali della fattoria, la cappella e la casa padronale, e il borgo Còrnola, antico mulino con grande ruota in ferro del XV sec. 

Foto di Lorenzo Sorbelli

Orari e info